West Virginia Statehood, 20 giugno 1863

postato in: Articles | 0

Tra i documenti storici della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti e del Senato degli Stati Uniti sono documenti che illustrano l’importante ruolo svolto dal Congresso nella creazione degli stati. Per la Virginia Occidentale, la strada per lo stato era unica.

Le dispute sui confini della Virginia iniziarono all’inizio del xvii secolo con carte reali contrastanti che concedevano territori sovrapposti a più entità., Non fu fino a quando la Costituzione della Virginia fu ratificata nel 1776 che i confini si solidificarono. Tuttavia, chiarire i confini non ha risolto le tensioni regionali di lunga data all’interno dello stato. I diritti di voto in Virginia erano basati su proprietà e molti residenti della Virginia occidentale si sentivano sottorappresentati poiché la maggior parte non possedeva abbastanza proprietà per votare. Nel 1861 le tensioni tra i virginiani orientali e occidentali arrivarono a un punto morto dopo la secessione di molti stati del sud dall’Unione, la battaglia di Fort Sumter e la richiesta del presidente Abraham Lincoln di truppe da ogni stato., La legislatura statale della Virginia ha approvato l’Ordine di secessione il 17 aprile e i virginiani hanno votato per ratificare la secessione il 23 maggio. Meno di un mese dopo, i virginiani pro-unione votarono per formare un secondo governo, il restaurato Governo della Virginia, il 17 giugno. Nel mese di agosto, il governo restaurato della Virginia ha votato per approvare la creazione di un nuovo stato, West Virginia. Secondo l’articolo IV, Sezione III della Costituzione degli Stati Uniti, nessun nuovo stato può essere formato dal territorio di uno stato esistente senza il consenso di quest’ultimo.,

La Costituzione della Virginia Occidentale fu ratificata dagli elettori il 26 novembre 1861. Nel maggio 1862, il senatore Waitman T. Willey (unionista-VA) presentò un disegno di legge, S. 365, al Congresso per l’ammissione della Virginia Occidentale all’Unione. Ha poi proposto un emendamento al disegno di legge che chiede West Virginia di modificare la loro costituzione per includere la graduale emancipazione degli schiavi nello stato. Il 14 luglio, il Senato approvò l’ammissione della Virginia Occidentale all’Unione, con la statualità condizionata dalla sua approvazione dell’emendamento Willey. La Camera ha approvato il disegno di legge nel mese di dicembre., Lincoln firmò il disegno di legge che ammetteva la Virginia Occidentale all’Unione, il 31 dicembre. Il 26 marzo 1863, la Virginia Occidentale ratificò la costituzione riveduta per includere la graduale emancipazione degli schiavi. Il presidente Lincoln proclamò che la Virginia Occidentale sarebbe stata ufficialmente riconosciuta come stato il 20 giugno 1863.

Anche se la questione dello stato era stata risolta, lo status delle contee di Berkeley e Jefferson continuava a rappresentare una sfida., I cittadini di queste contee votarono per unirsi alla Virginia Occidentale il 4 febbraio 1863, come consentito dalla costituzione dello stato della Virginia occidentale e approvato dal governo restaurato della Virginia. Tuttavia, durante la Ricostruzione, la Virginia contestò il trasferimento delle contee e sostenne che le truppe dell’Unione di stanza alle urne nel 1863 avevano influenzato il voto. Il 5 dicembre 1865 l’Assemblea della Virginia abrogò la legislazione che trasferiva le contee dalla Virginia alla Virginia occidentale. Nel tentativo di risolvere il dibattito, il Congresso approvò H. J. Res., 17 il 10 marzo 1866 per riconoscere ufficialmente il trasferimento delle contee in West Virginia. Il dibattito continuò e infine si concluse nel 1871 con il caso della Corte Suprema degli Stati Uniti Virginia v. West Virginia in cui la Corte affermò che le contee facevano parte della Virginia occidentale.

Rapporto del Comitato della Camera sui terreni pubblici per quanto riguarda le rivendicazioni terriere della Virginia, 1844

Costituzione dello Stato della Virginia occidentale, 26 novembre 1861

H. J., Res 17, con il Trasferimento delle Contee di Berkeley e di Jefferson dello Stato del West Virginia, 19 febbraio 1866

Memorial di Cittadini della Contea di Frederick a Favore del Trasferimento della Contea di West Virginia, gennaio 6, 1866

Petizione di Cittadini di Berkeley e Contee di Jefferson a Favore del Trasferimento delle Contee della Virginia dell’Ovest, ca., 1865

Petizione dei cittadini della contea di Jefferson contro il trasferimento della contea in West Virginia, approvata il 12 dicembre 1865

Se hai problemi a visualizzare queste immagini, contatta [email protected]

Altri documenti in primo piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *